Viaggi e Vacanze

Assicurazione Sanitaria per gli Stati Uniti

Se avete deciso di partire per una vacanza negli Stati Uniti avrete trovato molti articoli online sulla necessità di stipulare un'assicurazione sanitaria per gli USA, la ragione è presto detta: negli States vige un sistema sanitario molto diverso dal nostro e senza una copertura a pagamento non sarete tutelati in caso di infortunio.

Tuttavia, il panorama delle polizze viaggio per la copertura delle spese sanitarie è piuttosto vasto, e non è sempre facile orientarsi nel mare magnum delle varie offerte. Vediamo allora di identificare alcuni criteri utili per capire quale polizza fa per noi, basandoci sui consigli di Lorenzo Puliti, di viaggi-usa.it.

4 consigli per scegliere l'Assicurazione Sanitaria USA

Ecco i 4 punti più importanti:

    1. Innanzitutto i massimali, la cifra che copre le spese mediche di cui potremmo aver bisogno. Visto che negli Stati Uniti i costi per visite mediche, operazioni e medicinali sono molto alti, è bene che lo siano anche i massimali. Alcune compagnie offrono un massimale di copertura illimitato ma non è strettamente necessario, direi che una cifra superiore ai 500000 euro potrà andar bene nella maggior parte dei casi.

    2. Un altro aspetto di cui tener conto è la franchigia, cifra prestabilita che verrà comunque addebitata all'assicurato in caso di prestazione sanitaria. È ovviamente meglio che sia molto bassa o, possibilmente, corrispondente a 0. In alcuni casi le compagnie di assicurazioni possono offrire l'azzeramento della franchigia con un sovrapprezzo.

    3. Altrettanto importante è che la compagnia che scegliete disponga non solo di un buon servizio di assistenza, ma che sia in lingua italiana nel caso non parliate bene la lingua inglese. In questo modo si potranno evitare fraintendimenti o spiacevoli incomprensioni.  

    4. Come ultimo aspetto considerate le cosiddette esclusioni, le condizioni per le quali non è riconosciuta la copertura della polizza assicurativa. Si tratta di un aspetto molto importante soprattutto per alcuni casi specifici, come ad esempio le malattie pregresse, che varie compagnie non includono nelle loro polizze. 

Come funziona?

Se sfortunatamente doveste trovarvi ad aver bisogno di una prestazione sanitaria in territorio americano (che si tratti di un intervento chirurgico, di un ricovero o di una semplice visita medica) contattate al più presto la vostra compagnia assicurativa in modo che prendano in carico la vostra richiesta (preoccupatevi di portare sempre la polizza con voi, in modo che possiate contattarli voi stessi o che lo possa fare qualcuno per voi in caso di emergenza).

Tenete poi presente che la maggioranza delle compagnie tende a pagare direttamente le spese sanitarie solo per i casi che prevedano il ricovero ospedaliero, mentre per più semplici visite mediche o acquisto di medicine sarete chiamati ad anticipare le spese per poi ottenere un rimborso quando sarete tornati in Italia.

Vi sono comunque polizze che includono opzioni come l'anticipo di denaro o l'invio di medicinali urgenti.  

Coperture supplementari

Vi sono poi altri aspetti secondari ma comunque interessanti da tenere in considerazione. Le polizze assicurative, oltre alla copertura sanitaria, possono disporre anche di inclusioni che le rendono particolarmente interessanti in base alle singole esigenze: possono coprire l'annullamento del viaggio, lo smarrimento del bagaglio, il ritardo aereo, l'assistenza legale, la responsabilità civile, l'interruzione del viaggio dovuta a cause specifiche e molto altro.

Per questo motivo, il mio consiglio è quello di analizzare attentamente l'offerta delle singole compagnie e di leggere i fogli informativi, dove troverete riportate in dettaglio le condizioni per cui si applicano o meno determinate coperture. Tenete anche conto che le polizze presenti sul mercato si suddividono in più segmenti, da quello più economico, con meno optional, a quello più costoso, che include ovviamente più servizi. 

Costi dell'assicurazione

Che costi ci dobbiamo aspettare da una polizza assicurativa che copra le spese sanitarie durante il nostro viaggio negli Stati Uniti d'America? Beh, per fortuna si tratta di cifre accettabili, che tutto sommato vanno a incidere relativamente sull'intera spesa richiesta da una vacanza negli USA, soprattutto se il nostro sogno nel cassetto è quello di fare un viaggio on the road di 15 o 20 giorni fra i parchi del Southwest, o sulla Route 66, o anche un Coast to Coast.

Qualche esempio in cifre? Parliamo di un range fra le 40 e le 80 euro settimanali a persona, a seconda della compagnia scelta e del segmento assicurativo selezionato. Si tratta di una cifra quindi abbordabile, a maggior ragione se consideriamo i costi per le spese mediche o per i ricoveri negli USA.

Ecco un esempio illuminante: nel 2014 il costo medio di una degenza ospedaliera per una polmonite si è attestato sui 9700 dollari (fonte). I costi della sanità USA sono dunque così alti da rendere praticamente irrisorio quello delle polizze viaggio, è quindi facilmente comprensibile come questa piccola spesa ripaghi abbondantemente da possibili, benché non auspicabili, brutti imprevisti. 

Stefania
Autore: Stefania
Sono una webmaster professionista, esperta nella realizzazione di siti web.
Ho realizzato questo sito molti anni fa, spinta dalla mia voglia di viaggiare ed esplorare il mondo, in particolare i luoghi dove trovo la Natura nelle sue infinite espressioni di bellezza.
Curo la parte redazionale di Turismo.eu
Leggi altri miei articoli:

Vacanze negli USA