Riviera Romagnola
Vacanze in Riviera Romagnola

Con l’arrivo della bella stagione aumenta la voglia di mini-fughe e di weekend lontani dallo stress cittadino. E allora per staccare la spina e rigenerare corpo, mente e spirito non c’è nulla di meglio che trascorrere due o tre giorni in Riviera Romagnola, la patria del divertimento made in Italy con la sua ricchezza di offerte che vanno dal relax al mare, alle passeggiate nelle tante località della zona, ai parchi a tema fino alle visite culturali, le notti di movida e le prelibatezze gastronomiche di una cucina mai scontata.

La spiaggia

Rimini, Riccione, ma anche Cattolica, Bellaria Igea Marina o Gabicce mare: scegliere la località dove trascorrere il fine settimana è tutto sommato un dettaglio visto che nel giro di una manciata di chilometri si ha a disposizione un vasto campionario di possibilità.
Visto che si tratta di un weekend al mare è imprescindibile far tappa in spiaggia. Su tutto il litorale romagnolo ci sono decine di stabilimenti balneari attrezzati di tutto punto dove oltre a lettini e ombrelloni ci sono bar, parco giochi per bambini, musica e talvolta persino palestra e piscina. Una giornata di ozio in spiaggia può essere composta da tutti questi ingredienti con tanto di pranzo con i piedi sulla sabbia o di aperitivo al tramonto.

I parchi a tema

La riviera romagnola è anche la patria dei parchi a tema. Ce ne sono di ogni tipo e almeno uno merita una visita anche se il soggiorno è breve. Ci sono, ad esempio, Oltremare, il parco tematico dedicato al mare e alla natura sulle colline di Riccione, l’acquario Le Navi a Cattolica e l’Aquafan di Riccione, il parco acquatico per antonomasia. Per i più piccini si può andare a Fiabilandia, a Rimini, al Parco del Gelso a Bellaria Igea Marina con il suo piccolo Jurassic Parc o Mirabilandia a Savio, 45 minuti da Rimini. Sempre a Savio, inoltre, ha di recente aperto Safari Ravenna che offre avvincenti avventure in stile Savana.

Le sagre e le gite culturali

Se le giornate non fossero delle migliori si può optare per le passeggiate in centro. Il lungomare di Rimini, ad esempio, è famoso in tutta Europa per le sue boutique alla moda e i locali raffinati. Per gli amanti della storia è possibile visitare l’affascinante centro storico cittadino, dove ammirare monumenti come il Ponte di Tiberio, l’Arco d’Augusto, il Tempio Malatestiano e la Domus del Chirurgo. Oppure si può optare per una gita a Borgo San Giuliano, il villaggio di pescatori risalente all’anno 1000 con le sue casette variopinte e il ritmo lento cadenzato dalle maree. Non solo Rimini, però. Ci si può concedere un giro nella parte vecchia di Gabicce Monte o una passeggiata nell’Isola Platani a Bellaria Igea Marina con i suoi 200 alberi secoli che fanno da cornice ai locali dello shopping. Sempre a Bellaria, poi, c’è la splendida Torre Saracena dei XVI secolo. La riviera, praticamente 12 mesi l’anno, ospita, inoltre, sagre e fiere paesane tutte da scoprire per chi è a caccia dell’autentico sapore romagnolo.

La movida

Le vacanze al mare tra Rimini e Riccione non possono dirsi compiute se non si dedica almeno una notte al divertimento e alla movida. La riviera romagnola, infatti, è la patria delle discoteche e dei locali notturni.
Tra le 2 di notte e le 6 del mattino il popolo della notte si anima e può scegliere tra locali famosi a livello mondiale come il Pascià e il Peter Pan di Riccione, la Baia Imperiale di Gabicce, Altromondo Studios a Rimini, il Pineta e VillaPapeete a Milano Marittima.

Cosa mangiare

Pesce fresco, pasta fatta in casa, tortellini, ravioli, carne, piadina, formaggi, salumi e prodotti della terra. Mangiare in Romagna – che sia al mare o nell’entroterra - è una gioia dei sensi e c’è davvero solo l’imbarazzo della scelta. In generale il consiglio è quello di evitare i locali troppo turistici e optare per le piccole taverne e osterie. Potrebbero avere un panorama meno suggestivo, ma di sicuro la qualità della cucina casalinga e genuina di una volta compenserà l’eventuale semplicità della location.

Dove dormire

Alberghi, bed&breakfast, residence, ostelli, agriturismi, case per ferie, campeggi, rifugi, appartamenti: dormire in Romagna non è certo un problema e ci sono soluzioni per tutte le tasche e tutti i gusti. I più giovani possono optare per uno dei tanti campeggi della zona e le famiglie potrebbero preferire le case per ferie o gli appartamenti anche se in Romagna tutti gli hotel sono a misura di famiglie con bambini. Tra i pezzi storici della riviera, l’Hotel della Motta a Bellaria, dove da 80 anni la gestione famigliare garantisce qualità del servizio e ottima cucina. Per un fine settimana di relax una buona opzione può essere anche quella dell’agriturismo nell’entroterra magari tra Santarcangelo di Romagna e Gradara la località dove leggenda vuole che Paolo e Francesca si siano amati con devozione e passione prima di finire nell’inferno dantesco tra i lussuriosi.

Barbara Massaro
Autore: Barbara Massaro
Giornalista professionista, specializzata nella trattazione di argomenti di costume e società. Ha lavorato nella redazione di Studio Aperto di Mediaset. Nel 2012 il passaggio al web con la redazione digital di Panorama, Mondadori.
Leggi altri miei articoli: