banner home turismo

/
      ozio_gallery_fuerte

      Cesenatico è una delle stazioni balneari più frequentate della Riviera romagnola. A circa 15 km da Cesena, di cui è stata in passato il porto – satellite, si trova lungo la Strada Statale 16 Adriatica, tra Rimini e Ravenna, ed è ben servita dai treni a percorrenza regionale.

      Il mare verde-blu, sulla cui sicurezza e pulizia vegliano come angeli custodi sia la Guardia Costiera sia il Battello Daphne II ( una sorta di laboratorio scientifico marino che controlla la fisiologia delle acque), non è la sola ricchezza di questa splendida cittadina. Le molte attrattive di Cesenatico, a parte le spiagge e il mare, sono equamente distribuite fra la parte vecchia e la parte nuova. Nell’una, è possibile ammirare il pregevole porto-canale, progettato nientemeno che da Leonardo Da Vinci nel periodo della Signoria dei Borgia, un’idea ambiziosa che avrebbe dovuto mettere direttamente in comunicazione Cesenatico con la città di Cesena, e che oggi, oltre alle destinazioni portuali, ospita il Museo della Marineria, parata di barche e apparecchiature navali storiche. Il centro nuovo si sviluppa invece sul lungomare ed è emblematicamente rappresentato dal poderoso Grattacielo, simbolo della ritrovata prosperità degli anni cinquanta, attorno al quale sono nate negli anni numerosissime strutture ricettive e commerciali, che ogni estate permettono di far fronte all’enorme afflusso di turisti che scelgono Cesenatico come meta delle loro vacanze. Nel periodo primaverile – estivo, i poli principali del centro storico e della città nuova si animano di mercatini e sagre eno-gastronomiche in una girandola di colori, profumi e sapori. Mentre, per provare il fascino insolito del mare fuori stagione, un’occasione davvero unica è rappresentata dal suggestivo Presepe Marinaro, allestito sulle barche galleggianti del Museo della Marineria. Per tornare alla Storia, a Cesenatico sono anche palpabili le tracce del Risorgimento italiano con la statua di Garibaldi, eretta in ricordo del passaggio di lui e della moglie Anita in fuga nel 1849 dalle truppe franco-papaline. Un pezzo di storia più recente è testimoniato invece dallo Spazio Pantani, museo che raccoglie biciclette, cimeli, ricordi del grande campione cesenaticense prematuramente scomparso. Incantevoli anche le città circostanti dove potrete trovare ottime soluzioni come gli hotel Rimini tra i quali segnaliamo la qualità degli hotel 4 stelle Rimini.