Itinerari alternativi in Puglia: dal Gargano al Salento

Della Puglia conosciamo tutti le splendide spiagge del Salento e del Gargano o le opere del Barocco di Lecce, molti di meno conoscono la suggestione dei piccoli borghi o la storia che si respira nella cosiddetta Puglia imperiale, un percorso che comprende tra l'altro Andria e Barletta dove oltre ad opere architettoniche e archeologiche di interesse è possibile gustare i prodotti tipici locali assaporando i sapori di una vita fatta di ritmi lenti e rilassanti, o i percorsi naturalistici della Val d'Itria.

I piccoli borghi


Bovino

Il comune di Bovino, a circa 40 Km da Foggia, a cavallo fra la Puglia e la Campania, per secoli si è trovato lungo la direttiva che univa il mar Tirreno all'Adriatico. Passeggiando tra le vie del caratteristico borgo antico si possono ancora calpestare le antiche pietre di fiume oppure ammirare gli edifici nobiliari con le loro corti, le abitazioni in pietra e gli 800 portali racchiusi nello spazio di pochi passi. Ma sono le chiese, ben sette, la perla di questo piccolo borgo. Tra queste la Basilica Cattedrale che conserva, tra l'altro, resti bizantini e colonne d'epoca romana. Ma i tesori di questo piccolo borgo sono davvero innumerevoli ricordiamo tra gli altri il Palazzo ducale, i resti delle mura romane, la Chiesa di San Pietro edificata nel 1099.

Pietramontecorvino

A 20 km da Lucera, in provincia di Foggia, sorge Pietramontecorvino una cittadina che deve il suo sviluppo ai bizantini il cui borgo antico, la Terravecchia, è abbarbicato su uno sperone roccioso. La sua caratteristica forma ad anello è intersecato dai vicoletti dai quali non è raro ammirare panorami mozzafiato. La Torre normanna, il Palazzo ducale e la Chiesa Matrice costituiscono il complesso monumentale che si erge maestoso sulle abitazioni scavate nel tufo o costruite con esso. Non sono solo i monumenti a costituire uno spettacolo per il visitatore, ma il borgo stesso con le sue stradine scoscese e le case che sembrano emergere direttamente dalla roccia con le grotte oggi usate come cantine.

Cisternino

In provincia di Brindisi, Cisternino è un paese dove è piacevole passeggiare tra le case bianche e i vicoli che si aprono in inaspettati cortili a testimonianza di un'urbanistica nata dalla vicinanza delle persone e non dalla mano di un architetto. Tra i monumenti di pregio la Torre normanna, 17 metri di altezza, sulla cui cima una piccola statua di San Nicola benedice il paese, il Palazzo vescovile e quello del governatore, entrambi cinquecenteschi, la chiesa di San Nicola, quella di Santa Lucia e quella della Madonna d'Ibernia edificata nel 1100 a poca distanza dal tempio pagano dedicato a Cibele, dea della fecondità. Ancora oggi, in primavera, vi è l'usanza di portare nella Chiesa in primavera, per donarlo alla Madonna, il dolce che i pagani donavano a Cibele per ottenere la fecondità, il chirrùchele.

La Puglia imperiale

A cavallo tra le province di Foggia e Bari vi è un percorso che comprende Andria, Trinitapoli, Barletta, Bisceglie, Corato, Canosa, Margherita di Savoia, San Ferdinando e Trani in cui si alternano porti dai quali anticamente ci si imbarcava per la Terra Santa e borghi medioevali tra i quali Castel di Monte nei pressi di Andria dove è possibile ammirare la roccaforte ottagonale proclamata patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

La Val d'Itria

Per gli amanti della natura una passeggiata nella Val d'Itria in un percorso che va da Locorotondo, antico borgo medioevale fino a Martina Franca è l'ideale per rilassarsi all'ombra di frutteti e boschi, attraversando le antiche strade di campagne utilizzate dai contadini per raggiungere i paesi dalla campagna, ammirando trulli ed antiche cisterne tra l'aroma sprigionato dalle piante aromatiche che qui crescono spontanee.
contentmap_plugin
made with love from Appartamenti vacanza a Corralejo - Fuerteventura