Firenze
( Firenze )

Firenze è una delle città d'arte con il più alto numero di opere e capolavori artistici, questo primato la porta ad essere una delle città italiane più visitate.
Tutto questo patrimonio artistico e storico dal valore inestimabile deriva dal grandissimo passato di Firenze e dalle lungimiranti scelte fatte dai governanti nell'epoca in cui Firenze era il centro culturale, artistico e scientifico d'Europa.

Tra i maggiori fautori della ricchezza artistica e culturale del capoluogo toscano c'è l'importantissima famiglia de Medici, questa dinastia deriva da un'antica famiglia che fin dal medioevo sembra risiedessero nella zona del Mugello, queste informazioni derivano dal fatto che i primi componenti di questa dinastia fossero proprietari di terre e castelli in questa zona rurale situata a nord-est di Firenze.

 L'ascesa dei Medici fu costante e repentina fino ad arrivare a governare Firenze per ben tre secoli, oltre ad ottenere il governo della città diversi componenti della famiglia de Medici coprirono cariche di assoluto prestigio riuscendo ad arrivare ad avere ben tre papi e due regine di Francia oltre ad moltissimi ruolo di assoluto rilievo a Firenze anche prima del loro governo.

Sembra che la fortuna della dinastia inizio con il commercio della lana e successivamente prosegui in altri ambiti con l'acquisto di terre e possedimenti di vario genere, uno dei punti di forza dei Medici fu sicuramente l'appoggio dell'influente stato del vaticano al quale furono sempre profondamente legati.

Tutto ciò che la dinastia de Medici ha prodotto a Firenze da un punto di vista artistico non si sarebbe preservato nella città toscana se non ci fosse stato il famoso patto di famiglia voluto dai Medici stessi e portato a termine da Anna Maria Luisa l'ultima componente della grande dinastia fiorentina.

Anna Maria Luisa de Medici conosciuta a Firenze come l'elettrice Palatina seguendo le disposizioni di famiglia sancì il lascito di tutte le proprietà e l'immenso patrimonio artistico allo stato che in quell'epoca era il granducato di Toscana, l'immenso patrimonio passo nelle mani della città con il vincolo che nessuna opera fosse venduta o portata al di fuori di Firenze.

Grazie al patto di famiglia sancito dall’elettrice Palatina i capolavori e le opere d'arte delle collezioni medicee sono oggi visitabili agli Uffizi e negli altri musei della città, conseguentemente a questa scelta voluta dalla famiglia de Medici i musei di Firenze hanno avuto un successo planetario tanto da divenire i musei italiani più visitati e le opere custodite in essi tra i capolavori più ammirati in assoluto.

Ancora oggi Firenze è immensamente grata alla dinastia de Medici che viene frequentemente celebrata con manifestazioni e congressi che ogni anno si svolgano regolarmente nelle grandi piazze e nei grandi palazzi della città toscana, gli stessi luoghi che videro i regnanti medici governare con grande saggezza e magnificenza.

 

Articolo scritto da: Florence Tours


contentmap_plugin
made with love from Appartamenti vacanza a Corralejo - Fuerteventura