banner home turismo

Booking.com
Booking.com

Se sognate una vacanza diversa dal solito, un viaggio in cui nulla sia scontato - nemmeno l'hotel in cui alloggiare - vi consigliamo di puntare decisi sulla California e il Giappone. Mete obbligate per chi, sin da ora, vuole prendere dimestichezza con gli alberghi del futuro, strutture tecnologicamente avanzate in cui l'allestimento delle camere è l'ultima cosa a cui presterete attenzione.

 

Come reagireste, ad esempio, se lo staff dell'albergo che avete scelto fosse composto per metà da robot umanoidi e animali robot? Se proprio non riuscite a immaginarvelo, sappiate che in Giappone un hotel così esiste già. Si chiama Hen na Hotel - letteralmente "strano hotel" - è stato inaugurato quest'anno e si trova a Sasebo, nella prefettura di Nagasaki. È un hotel gestito da robot umanoidi. E non solo. I "dipendenti" della struttura in realtà sono androidi. Al prezzo di 9 mila yen, circa 80 euro a notte, sarete accolti da un dinosauro robot e da alcuni robot umanoidi che vi guideranno durante il check-in. Un carrello automatico porterà le vostre valigie in camera, mentre un braccio robotizzato sistemerà i vostri effetti personali in appositi armadietti.

Per aprire le camere niente chiavi: un sistema di riconoscimento ottico consente di entrare e uscire liberamente. All'interno della camera troverete Churi-chan, un robottino umanoide che accende e spegne la luce a comando e fornisce le previsioni del tempo. 

Dall'altra parte del mondo, nel cuore tecnologico degli Stati Uniti, a prendersi cura degli ospiti è invece un robot maggiordomo di nome Relay. Lo potete trovare in alcuni tra i più prestigiosi alberghi della Silicon Valley: Crown Plaza di Milpitas, Aloft di Cupertino, Aloft Silicon Valley, Holiday Inn Express di Redwood City e prossimamente anche negli hotel di Sunnyvale e Los Angeles.

Alto circa un metro, Relay si occupa del servizio in camera in modo professionale e senza sguardi indiscreti. Grazie a un sistema di sensori si sposta autonomamente tra i piani dell'hotel ed è in grado di chiamare l'ascensore sfruttando una connessione wi-fi. Quando arriva nei pressi della camera in cui deve effettuare la consegna, telefona all'ospite per avvertirlo della sua presenza e a servizio ultimato vi chiede un giudizio sul servizio e torna buono buono alla stazione di ricarica che si trova nella hall.

Insieme agli "strani" dipendenti dell'Hen na Hotel, il robot maggiordomo Relay rappresenta un assaggio di quello che ci attende da qui ai prossimi anni. Quando alberghi, ristoranti e altre strutture ricettive saranno completamente automatizzati ed essere accolti da un t-rex robot sarà magari la normalità. Per spostare in avanti le lancette del tempo sapete già dove prenotare: Giappone e California sono già nel futuro.

 

Angelo Brocato
Alcune informazioni sull'autore


Ho anche scritto:

contentmap_plugin

Scrivi un articolo o un comunicato stampa su Turismo.eu, è semplice e gratuito.

> Ulteriori informazioni (Regolamento)
> Registrati
> Login Autori

Booking.com