Dal 4 fino al 21 febbraio 2012 riparte la grande macchina del Carnevale di Venezia sotto il titolo “La vita è teatro. Tutti in maschera!”.

Come ogni anno eventi e manifestaizoni moderni saranno sapientemente coniugati con tradizioni e rituali popolari per regalare a tutti i visitatori e ai cittadini uno spettacolo unico ed imperdibile. Sono migliaia i turisti previsti anche quest'anno che affolleranno gli hotel e bed and breakfast a Venezia centro o sempre in b&b a Mestre (più economica).

Programma Carnevale 2012

Il tema di quest’anno, il teatro, è particolarmente caro ai veneziano poichè è parte delle loro radici storiche.
Dal Cinquecento sino alla fine della Repubblica Serenissima, infatti, il Carnevale a Venezia coincideva a Venezia con la stagione teatrale e di spettacoli che raggiungeva il suo apice nei teatri, ma anche all’aperto, nelle strade.
Era questo un momento molto atteso da tutto il popolo poichè solo in quei giorni, si poteva vivere senza più differenze di classe sociale e di ranghi: almeno per pochi giorni si poteva vivere l’illusione di essere tutti uguali, si poteva fare ciò che piaceva liberandosi così dai condizionamenti e da freni inibitori cui si era sottoposti durante tutto l’anno.

La laguna si animerà con concerti, sfilate, recital, rappresentazioni teatrali in luoghi suggestivi o palazzi storici, nei teatri, nelle calli e nei campi meno noti tutto all’insegna del teatro.
L’ Assessore al Turismo del Comune di Venezia ha sottolineato come la scelta del tema di questa edizione sarà apprezzata dai turisti ma anche, e soprattutto, dai veneziani storicamente legati a questa tradizione.
“La vita è Teatro”!Tutti in maschera” ha l’obiettivo di far riscoprire e divulgare la storia e le tradizioni di questa città, soprattutto rendendo fruibili i luoghi legati alla storia dello spettacolo.

Come ogni anno Piazza San Marco sarà il cuore di questa grande manifestazione: qui sarà allestito il Gran Teatro, una grande struttura che riproduce le macchine teatrali di un tempo e che accoglierà alcuni degli eventi principali di tutta la manifestazione, come: Il volo dell’Angelo, la Sfilata delle Marie e il Concorso della Maschera più Bella.
Il Volo dell’Angelo, per esempio, è una dimostrazione di come ci sia la volontà a valorizzare alcune tradizioni storiche.
Il Volo dell’Angelo, infatti, è il diretto “erede” dello Svolo del Turco: in passato il doge veniva omaggiato con un numero di funambolia che vedeva una persona scendere, il giorno di giovedì grasso, su una lunga corda tesa che univa il campanile di San Marco alla loggia del Palazzo Ducale.

Nell’edizione tutta la città sarà coinvolta, anche i campi secondari o meno noti saranno animati da spettacoli, rappresentazioni, performance di circo-teatro e da artisti di strada provenienti da tutta Europa.
Palazzi storici, come Ca’ Rezzonico (sede del Museo del Settecento veneziano) saranno sede di spettacoli itineranti.
Il Casinò avrà anch’esso ruolo centrale: ospiterà cene-spettacolo con tributo alle celebri cortigiane e alla Venezia libertina, animate con spettacoli del teatro burlesque.
Il Direttore Artistico, Davide Rampello, ha commentato il Carnevale di Venezia 2012 con queste parole: “ Il Carnevale è una grande opportunità di coinvolgimento di tutte le istituzioni culturali della città. Siamo convinti che l'aspetto qualitativo della manifestazione sia fondamentale per coinvolgere il pubblico. Vogliamo creare un evento dove ciascuno, dal turista al veneziano possa esprimere la propria creatività, e diventarne quindi protagonista non viverlo da spettatore”. 
A seguito del successo registrato lo scorso anno, anche nell’edizione 2012 si ripeteranno sabato 4 febbraio 2012 il Gran Brindisi alla Fontana del Vino, e domenica 5 febbraio 2012 la Veneziana sull’acqua.
Il 21 febbraio 2012 il Carnevale si concluderà rispettando la famosa allegoria: con il sacrificio di un toro galleggiante installato in Bacino San Marco che verrà arso, e con la Vogata del Silenzio.