Genova è la città italiana che ha conosciuto uno dei più sorprendenti processi di restyling urbanistico negli ultimi anni.
Le Celebrazioni Colombiane del 1992 hanno offerto l’opportunità di ricollegare i legami tra il centro storico di Genova e il suo porto antico grazie al progetto di rinnovamento dell’architetto Renzo Piano.

Edifici restaurati come i Magazzini del Cotone o nuove costruzioni come l’Acquario sono diventate mete turistiche capaci di attrarre in città un gran numero di visitatori. Un afflusso che ha contribuito a trasformare la città in un centro giovane e cosmopolita, brulicante di enoteche e ristoranti alla moda.

C’è chi afferma che l’anima vera di Genova sia però quella antica che respira ancora nel labirinto di vicoli a ridosso del Porto Vecchio.

Qui, tra portici e carruggi si può gustare pesce fritto e cibo di strada tradizionale o passeggiare tra le Botteghe Storiche protette dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici. Tapperie, barbieri, sciamadde: luoghi che sono stati protagonisti della storia commerciale della città e che in alcuni casi possono vantare oltre due secoli di storia. In questi negozi gli arredi sono quelli di un’altra epoca e i prodotti introvabili altrove.

La via più famosa di questo labirinto di vicoli è senz’altro quella Via del Campo cantata da Fabrizio De André, dove ancora oggi si trova la sua chitarra, al numero 29 rosso divenuto meta di pellegrinaggio di tutti i coloro che amano la sua musica.

E per continuare l’esperienza è possibile prenotare un hotel che ha scelto la musica come tema ispiratore in onore alla gloriosa Scuola Genovese.  


contentmap_plugin
made with love from Appartamenti vacanza a Corralejo - Fuerteventura