banner home turismo

Booking.com
Booking.com

La SS 223 che da Grosseto conduce fino a Siena e attraversa le foreste della Maremma nasconde sorprendenti tesori archeologici dei più svariati periodi storici.

 

Ne è un esempio l’Area archeologica di Roselle, dove si possono rinvenire tracce ben conservate delle civiltà etrusca, romana e medievale.

I resti di ben due cinte murarie fanno comprendere che si trattasse di una città importante, che ha visto nel tempo una grande espansione.

Per comprendere il motivo del suo sviluppo bisogna salire fino al punto più alto, dove sorge l’Anfiteatro Romano ed osservare il panorama.

La piana di Grosseto di cui si ha da lassù una visione mozzafiato, era in realtà, in origine, l’immenso Lago Prile. Importante per i commerci e per le comunicazioni, dal lago si poteva risalire il fiume Ombrone e raggiungere facilmente la Val d’Orcia.

La bonifica del lago, nel tempo, ha portato al progressivo abbandono dell’abitato. Quel che ne rimane, oggi, è un sito straordinariamente vivo, in cui si possono ancora riconoscere gli edifici principali, le cisterne per l’acqua, i mosaici nei pavimenti delle ville.

Ma quel che più sorprende è il fatto che queste costruzioni siano circondate dalla natura, tanto che durante la bella stagione è facile ammirare varipinte farfalle ed imbattersi in leprotti del tutto incuranti della presenza dell’uomo.

Il momento migliore per visitare gli scavi, in estate, è al tramonto. Da qui infatti è possibile ammirare il suggestivo tramonto sul Mar Tirreno ed evitare un solleone che rende impegnativa la lunga camminata in salita che la visita comporta.

I reperti emersi dagli scavi possono essere ammirati al museo archeologico di Grosseto, che rappresenta la naturale continuazione della visita all’area archeologica di Roselle.

Per visitare gli scavi si può soggiornare a Principina Terra a pochi chilometri da Grosseto.

Articolo scritto da:

Residenza Principina R.T.A. Strada della Principina 3, n. 10 - 58100 Principina Terra (GR)


contentmap_plugin

Scrivi un articolo o un comunicato stampa su Turismo.eu, è semplice e gratuito.

> Ulteriori informazioni (Regolamento)
> Registrati
> Login Autori

Video su questa località:

Booking.com