banner home turismo

Booking.com
Booking.com

Bella è bella San Teodoro, con la sua costa emozionante e suggestiva, vestita da quel non so che di elegante ma  mai presuntuoso. L’estate è un’ottima stagione per conoscere questo lembo di Sardegna, già che durante la bella stagione le sue spiagge diventano attrazione fra le più belle da scoprire. Eppure San Teodoro non è solamente costa e mare.

 

Il centro storico. È più piccolo di quel che si creda e conta poche case che si raggruppano tutte intorno alla chiesa parrocchiale. Il fascino del centro storico di San Teodoro sta tutto nella sua semplicità che continua a mantenere nonostante l’intero territorio sia diventato una vera e propria calamita per turisti provenienti da ogni angolo di mondo. Il consiglio è quello di passeggiare lungo le viuzze di San Teodoro il pomeriggio, gelato in mano e macchina fotografica al collo.

Lo stagno. Lo stagno dista pochi chilometri dal centro di San Teodoro, famoso per la bellezza delle sue acque, per il fascino dei suoi tramonti ma soprattutto per gli uccelli che comunemente ospita. I più apprezzati e fotografati sono sicuramente i fenicotteri, che hanno trovato nello stagno di San Teodoro un habitat perfetto per la propria sopravvivenza. Il consiglio è quello di visitare lo stagno in escursione a bordo di un bel battello. I costi si aggirano intorno alle 12 euro. Da non perdere inoltre la possibilità di mangiare ospiti dell’ittiturismo affacciato sullo stagno.

Il museo delle Civiltà del Mare. Situato in località Niuloni, il museo ospita numerosi reperti archeologici tutti rinvenuti nel centro di San Teodoro, nelle zone limitrofe e nel fondo del mare. Si tratta di reperti tutti in grado di raccontare delle diverse fasi storiche attraversate da San Teodoro e dei traffici marittimi che da sempre hanno movimentato la zona.   

I dintorni. Non solo  San Teodoro, ma anche i suoi dintorni sono una vera e propria meraviglia tutta da visitare. In barca sarà possibile raggiungere l’isola di Tavolara, di Molarotto e di Molara, ma anche tanti piccoli centri a pochi passi dal mare graziosi e autentici: Budoni, Posada e Siniscola ad esempio sono piccoli centri interessanti da un punto di vista archeologico, storico e naturalistico.

Come arrivare. Raggiungere San Teodoro, vista la sua vicinanza ad Olbia, è piuttosto rapido e agevole. Il traghetto in Sardegna, con partenza dalle principali città italiane, arriverà in men che non si dica: non resterà che vivere intensamente la propria vacanza.

 


Scrivi un articolo o un comunicato stampa su Turismo.eu, è semplice e gratuito.

> Ulteriori informazioni (Regolamento)
> Registrati
> Login Autori

Booking.com