banner home turismo

Booking.com
Booking.com

Chi ha la fortuna di possedere un appartamento con un po' di spazio in più può sfruttare questa situazione per avviare un'attività turistica imprenditoriale. Non è necessario costruire un albergo o un ostello, non servono enormi investimenti, non si deve cambiare lavoro e stile di vita: quella della conduzione di un B&B è un'attività compatibile con qualunque altra e che richiede tutto sommato una quantità limitata di tempo. 

La prima cosa da sapere è che per aprire un b&b non serve una partita IVA. Ovviamente si devono rispettare alcune regole per far rientrare la propria struttura nella categoria del b&b; in caso contrario, non si tratterebbe più di un b&b ma di un vero e proprio albergo, con regole completamente differenti e un regime fiscale ben più oneroso. Il gestore di un b&b deve essere il proprietario e deve avere la residenza. Il numero massimo di stanze per gli ospiti è 3. Il bagno non deve essere per forza privato ma può essere in condivisione con gli altri abitanti della casa. In ogni stanza ci devono essere letto, comodino, sedia, armadio, cestino per i rifiuti, luce e presa della corrente. In bagno ci devono essere tutti i sanitari, compreso il bidet.

Anche se un b&b non richiede un grande investimento, nel settore c'è una discreta concorrenza, che impone di essere competitivi sul mercato offrendo sempre il massimo. Il primo consiglio è quello di curare la comunicazione con i clienti, scegliendo prima di ogni altra cosa dei canali affidabili. Un sito è oggi indispensabile, così come un'e-mail che andrà controllata costantemente. Ma anche il telefono è importante, e le soluzioni innovative VoIP permettono oggi di avere un'infrastruttura avanzata a costi competitivi. Con un centralino telefonico VoIP, ad esempio, non solo è possibile gestire le chiamate in arrivo, ma anche comunicare con i telefoni nelle singole stanze o smistare le chiamate in arrivo sul numero centrale passandole ai vari interni (ad esempio al telefono in una delle stanze), deviare le chiamate su un cellulare, mandare fax via mail e così via.

Un altro aspetto che non va mai sottovalutato è la gestione del cliente. Molti proprietari di b&b lasciano che la struttura "si gestisca" da sola, ma per fidelizzare la clientela e fare una buona impressione è indispensabile stabilire un contatto umano con gli ospiti, soprattutto al loro arrivo. Prendiamoci allora del tempo per parlare con loro, spieghiamo cosa possono trovare nei paraggi e come muoversi in città, offriamo degli sconti concordati con i negozianti del quartiere. Ricordiamo, insomma, che chi sceglie il b&b lo fa anche per avere un trattamento meno formale di quello di un albergo.

Un servizio degno di essere ricordato, infine, è curato nei dettagli. La struttura deve essere sempre pulita e curata; la colazione non deve essere lasciata al caso, ma abbondante, con ampia scelta di alimenti per accontentare anche chi fa la colazione continentale. Se possiamo, serviamo noi stessi la colazione, approfittandone per scambiare quattro chiacchiere con i nostri ospiti. Cerchiamo poi di essere sempre rintracciabili e reperibili: noi siamo il punto di riferimento degli ospiti e dei turisti e dobbiamo essere pronti a risolvere qualsiasi problematica!


Scrivi un articolo o un comunicato stampa su Turismo.eu, è semplice e gratuito.

> Ulteriori informazioni (Regolamento)
> Registrati
> Login Autori

Booking.com