Viaggi e Vacanze

Pellegrinaggio

C’è un modo economico e green per viaggiare alla scoperta di luoghi magnifici dentro e fuori di sé.

Un viaggiatore, nella più nobile delle accezioni, dovrebbe essere come un viandante, un pellegrino del mondo che, passo dopo passo, esplora il pianeta con rispetto e devozione. Di sicuro, oggi come oggi, il modo migliore per avvicinarsi a questo concetto di viaggio è quello offerto dai numerosi camminamenti che ci sono in Italia e in Europa.

Percorsi a piedi di centinaia di chilometri che, nella storia, sono stati compiuti dai devoti per raggiungere i luoghi sacri; pellegrinaggi spirituali dalla storia millenaria che oggi come allora permettono di condurre un viaggio fuori e dentro di sé.

Cammino di Santiago de Compostela

Senza dubbio il più famoso al mondo è il Cammino di Santiago de Compostela, un percorso di 800 chilometri che valica i Pirenei dalla francese Roncisvalle e giunge fino alla Galizia dove si trovano la città dell’apostolo Giacomo (Santiago) e la sua tomba.

Il percorso può essere compiuto per intero o solo in parte e il consiglio è quello di scegliere di pernottare nei tanti posti di ristoro e ritrovo che si trovano per la strada. Si attraversano  paesaggi  incantevoli che cambiano ogni tot di chilometri e si vive un’esperienza umana e spirituale indimenticabile.

A Santiago De Compostela, però, si arriva anche da Sud partendo da Lisbona e percorrendo un antichissimo cammino romano di 630 chilometri che porta alla scoperta del Portogallo magico e selvaggio in maniera inconsueta. 

La Via Franchigena

Chi pensa che gli 800 chilometri del Cammino di Santiago siano molti non sa che la Via Francigena nella sua completezza misura 1.800 chilometri e si snoda nel cuore dell’Europa unendo la britannica Canterbury a Roma. Ovviamente in epoca moderna nessuno si sogna di attraversare l’Europa a piedi dall’Inghilterra a Roma, ma nell’anno 990 il Vescovo Sigerio fu il primo a percorrere questo cammino per tornare a casa da Roma dopo l’investitura da parte di Papa Giovanni XV.

La via Franchigena in Italia…

Il fronte italiano della Via Francigena inizia oltre il Passo del Gran San Bernardo e conduce a Roma attraversando Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria, Toscana e Lazio per un totale di 45 tappe per 140 comuni. Nel corso dei secoli la strada è stata percorsa da mercanti e briganti in cerca di denaro, da crociati e soldati, devoti e pellegrini, ma anche da semplici passanti in cerca di pace e solitudine.

…E in Europa

Prima di arrivare in Italia lo stesso cammino attraversa la Svizzera nei cantoni di Vaud e Valais; la Francia nelle regioni di Champagne-Ardenne,  Picardie e Franche-Comté per poi attraversare la Manica e giungere alla North Downs Way che da Dover arriva a Canterbury.

South West Cost Path

Restando in Inghilterra altro cammino spirituale molto noto e battuto è quello South West Cost Path. Cinquantadue tappe per un totale di 1.000 chilometri per percorrere i quali ci vuole almeno un mese. In questo caso la spiritualità che s’incontra in questo angolo d’Inghilterra è del tutto laica perché sul percorso non ci sono santuari, Chiese o luoghi sacri, ma solo borghi di pescatori, piccoli villaggi e tanta natura.

Cammino di Mariayell

Spostandosi in Austria, invece, molto suggestivo è il cammino di Mariayell , forse la via mariana più famosa dell’Europa Centrale.
Da Vienna si percorrono 135 Km per arrivare al santuario della Madonna delle Grazie che si trova tra i monti della Stiria a 870 metri d’altezza.

Cammino di Francesco

Tornando in Italia e al celebre motto: “tutte le strade portano a Roma” è possibile scoprire le meraviglie del nostro Paese non solo percorrendo la via Franchigena, ma molte altre strade.
C’è ad esempio il “Cammino di “Francesco” che da Assisi arriva a Roma attraversando la Toscana e il Lazio attraverso due vie, una a Nord che porta alla scoperta di luoghi meravigliosi come Sansepolcro e Gubbio per un totale di 200 chilometri e uno più a sud che passa da Rieti, Spoleto e Foligno attraverso 300 chilometri di cammino.

Cammino Micaelico

Di carattere sacro anche il cammino che da Roma porta in Puglia presso il santuario di Monte Sant’Angelo nel Gargano, in provincia di Foggia, il più antico santuario dedicato all’arcangelo Michele. Dalla Puglia i pellegrini s’imbarcavano per proseguire verso Gerusalemme, e ancora oggi il cammino Micaelico di 450 chilometri è tra i antichi e magici che si trovano nel nostro Paese.