Viaggi e Vacanze

Monza

La classica gitarella fuori porta. Per chi si chieda come trascorrere una giornata lontano dalla città alla scoperta di una delle tante località della Lombardia la risposta arriva da Monza, capoluogo di Monza e Brianza e piccolo centro alle porte di Milano.

Monza è una cittadina da 122.000 abitanti che custodisce perle artistiche, culturali e naturali che nulla hanno da invidiare ad altre e più famose città lombarde.

Il centro storico di Monza, completamente pedonale, si gira a piedi tra vie dello shopping di lusso e ottimi bar dove gustare una cioccolata calda o un buon aperitivo ricco di stuzzichini e leccornie di piccola pasticceria.

Il Duomo

Passeggiando per il centro la prima tappa obbligatoria per chi voglia scoprire Monza è quella che va fatta al Duomo. Si tratta di un’abazia voluta dalla Regina Teodolinda, sovrana longobarda che aveva scelto Monza come sua residenza estiva. All’interno del Duomo merita soffermarsi ad ammirare il capolavoro gotico della Cappella Teodolinda dove vi sono raffigurati 45 episodi della vita della sovrana. Accanto alla Chiesa è possibile accedere al museo del Duomo e i suoi tesori che custodisce la ricchezza medievale un tempo racchiusa nel Duomo.

Ponte dei Leoni e Palazzo Arengario

A due passi dal Duomo si trova il celebre Ponte dei Leoni che permette di passare da una parte all’altra del Lambro, il fiume che taglia in due la città. Il nome è dovuto ai 4 leoni che decorano il ponte che fu costruito nel 1842 sui resti di un antico ponte romano. Sempre nel centro di Monza si trova il celebre palazzo dell’Arengario, antica sede del Comune in epoca di signorie e oggi edificio che ospita mostre e rassegne culturali.

L’autodromo

Monza, per gli appassionati di motori, è famosa per il celebre autodromo dove ogni anno si disputa il Gran Premio di Formula 1 che fa convergere in città tutti i fan dell’automobilismo a fare il tifo per i piloti alla guida di una Ferrari a Monza.

L’autodromo può essere visitato anche durante l’anno e gli appassionati potranno vivere da vicino il sogno di mettersi nei panni di chi guida una Ferrari a Monza.

Il parco

Senza dubbio merita una passeggiata e magari anche un buon pic nic il parco di Monza, che con i suoi 688 ettari è uno dei parchi storici più grandi e famosi d’Europa. Il parco fu ideato e costruito in epoca napoleonica dai Vicerè del Regno d’Italia e i giardini altro non erano se non lo spazio esterno che ornava e abbelliva l’altrettanto celebre Villa Reale di Monza costruita alcuni decenni prima per volontà del governo austriaco.

Villa Reale

Se tra gli infiniti viali del Parco di Monza è bello perdersi e rilassarsi all’ombra degli immensi alberi e sulle panchine, è altrettanto vero che vale la pena entrare a Villa Reale per una visita culturale molto interessante. All’interno del maestoso palazzo in stile neoclassico è possibile visitare gli appartamenti pubblici e privati dove hanno vissuto gli Asburgo e scoprire le straordinarie bellezza d’epoca napoleonica.

Il roseto

Prima di salutare Monza con gli scampoli della giornata che termina alle spalle il consiglio è quello di non perdersi il roseto di Villa Reale posto magico e suggestivo dove sono custodite decine di rose perfettamente coltivate e curate. Il roseto è stato ideato da Niso Fumagalli, grande appassionato di floricoltura e si trova giusto accanto alla Reggia di Monza.


contentmap_plugin