Viaggi e Vacanze

Vacanze USA

Organizzare un viaggio dall’altra parte dell’Atlantico è il sogno di moltissime persone e per realizzarlo ci vogliono metodo, razionalità e conoscenza perché per andare negli Usa non basta prendere il primo volo e affidarsi alla sorte come invece sarebbe possibile in Europa, ma è necessario muoversi per tempo sia per non sprecare denaro, sia per evitare brutte sorprese.

Passaporto e ESTA

Il primo e fondamentale passo per affrontare un viaggio negli Stati Uniti è avere il passaporto. Sarà poi necessario richiedere l’ESTA gov, un visto turistico che viene abbinato al passaporto. La richiesta si fa online e la risposta non tarda molto. In caso venisse negato l’ESTA non resta che rivolgersi al consolato e richiedere il rilascio del visto.

Assicurazione medica

Una volta che i documenti sono in ordine (e non scadono per i successivi sei mesi) è assolutamente consigliato sottoscrivere un’assicurazione di viaggio ed è praticamente obbligatorio firmare un’assicurazione medica. In USA il servizio sanitario è a pagamento e senza assicurazione si rischia grosso trovandosi indebitati per curare un semplice mal di pancia.
Contanti e carte di credito
Poi c’è il tema denaro: in USA, nonostante i contanti siano ammessi, si paga praticamente tutto con carta di credito o debito. Bisogna verificare col proprio istituto di credito se la carta di cui si è in possesso è accettata in USA e studiare l’ipotesi di munirsi di almeno una ricaricabile per affrontare le spese quotidiane o in caso una delle carte venisse persa o si smagnetizzasse.

Le tappe

Risolte le pratiche burocratiche è tempo di organizzare le tappe della vacanza. Uno degli errori che molti europei commettono è quello di sottostimare le distanze a stelle e strisce. L’America è grande, molto grande. Basti pensare che la sola città di Los Angeles ha la stessa estensione dell’intera Lombardia. Piuttosto che tentare di vedere troppe cose di fretta e male con il rischio di non riuscire a stare al passo del proprio programma di viaggio è meglio definire meno tappe, ma godere al massimo delle bellezze dei luoghi.

I voli

Prenotare i voli in questo senso è essenziale. Negli USA l’aereo è un mezzo diffusissimo per gli scambi interni e i biglietti il più delle volte sono aperti e non vincolati a una data. E’ saggio prenotarli con un buon anticipo per risparmiare denaro, ma sempre lasciando l’opzione della data aperta. Se invece si sceglie di prenotare una macchina e dedicarsi all’on the road è importante contattare l’autonoleggio locale e chiedere se è richiesta la patente internazionale (spesso lo è) e munirsi dell’attestato in questione.

Gli alloggi

L’online è il luogo ideale anche per prenotare alberghi e alloggi per l’intero periodo. E’ sempre meglio non improvvisarsi viaggiatori spericolati in USA, ma avere chiaro dove si andrà a dormire e quando. Il campeggio libero è vietato e anche dormire in macchina potrebbe portare brutte sorprese, mentre i camper sono grandi, spaziosi e relativamente economici (con largo anticipo di possono prenotare anche a 100 euro al giorno). Nel scegliere gli alloggi, poi, è bene affidarsi a siti di prenotazioni online affidabili (che non corrispondono a quelli italiani) per evitare di essere truffati e di ritrovarsi senza un tetto sopra la testa.

La tecnologia

Visto che ormai tutti noi senza smartphone siamo perduti nel far la valigia non bisogna scordare di mettere una sim americana (sperando sia compatibile col proprio device) e le spine a contatti paralleli piatti per ricaricare cellulare e computer.  In vendita ci sono decine di kit di adattatori che si possono anche comprare in loco, ma arrivare preparati permette di non buttare via tempo prezioso a sbrigare pratiche di rapida soluzione se affrontate per tempo in patria.
Chiusa la valigia con un lucchetto omologato TSA non resta che andare in aeroporto e godersi l’esperienza di uno di quei viaggi che sono destinati a restare nel cuore.


Vacanze negli USA