Quando si parla di eventi religiosi, molto spesso si tende ad associarli a funzioni o celebrazioni lunghe e che solitamente non lasciano troppo all'estetica. C'è da dire, però, che alcune celebrazioni religiose in determinate parti d'Italia assumono dei contorni folkloristici davvero affascinanti.

 

E' il caso di Sorrento, che durante i Giorni dell'Eucarestia dà vita alle famosissime processioni, rinomate nel mondo per la dedizione di chi vi prende parte e per la suggestione che sono in grado di regalare.

 

Le processioni più importanti, a Sorrento, sono due. La processione bianca e la processione nera. La prima, quella bianca, si tiene nel pieno della notte tra il Giovedì ed il Venerdì santo. Vede uomini vestiti di un saio bianco, con fiaccole accese, che si recano in visita ai sepolcri, il tutto in rappresentazione dell'uscita di Maria alla ricerca del figlio, Gesù Cristo, condannato a morte.

 

La processione nera, che si tiene la sera del Venerdì Santo è invece più greve e solenne e rappresenta i momenti in cui la Madonna ritrova il figlio morto. I partecipanti qui sono vestiti in saio e cappuccio nero e trasportano una scultura del cristo morto.

 

Tocca dormire a Sorrento, però. Perché è proprio di notte che le processioni assumono il loro aspetto più espressivo, ammaliando i presenti. Non solo si verrà incantati dalla devozione dei penitenti, ma si sarà anche trascinati e soggiogati dalle solenni marce funebri che i tamburi lasceranno risuonare nell'aria.

 

Per chi ama le tradizioni di un popolo, per chi vuole vivere a pieno i costumi dei luoghi che si visitano, allora è importante che almeno una volta si decida di passare a Sorrento non solo per la bellezza del mare, dei panorami e per il buon cibo, ma anche per guardare con i propri occhi un rito che, senza dubbio, si ricorderà a lungo.

 

Certo, il buon cibo e l'aria pura della Penisola Sorrentina non sono da escludere. La Pasqua a Sorrento porta con sé deliziosi piatti, il bel tempo e tanto divertimento. Si può gustare le prelibatezze della tradizione, come il casatiello – dolce o salato che sia! - ma anche la pastiera salata, la pasta al forno e tanto altro.

 

Sorrento è un luogo magico sotto diversi aspetti e questi sono, di certo, solo alcuni dei tanti.

 

Il consiglio è di trovare delle offerte speciali per poter restare in città più giorni, in modo da poter vivere l'evento della Pasqua sin dalla sua preparazione, scoprendo l'abnegazione e l'attaccamento di un popolo alle sue tradizioni, facendosi un'idea della città del Tasso che vada oltre i soliti cliché e che permetta di comprendere pienamente la bellezza di Sorrento e della sua gente.