banner home turismo

Booking.com
Booking.com

Siete a Padova e volete fare un giro in provincia tra le verdi campagne alla scoperta di qualcosa di nuovo da visitare e da fotografare? Avete preparato la macchina fotografica, gli obiettivi, il cavalletto ma ancora non avete le idee chiare su quale potrebbe essere la meta? Bene allora i nostri suggerimenti potrebbero tornarvi utili. Proprio in questi territori i patrizi veneziani eressero numerose ville e più esattamente tra Piombino Dese e la vicina Vedelago. La scelta di costruire queste sontuose ville in questa zona era dettata dal fatto che quest’ultima era facilmente raggiungibile sfruttando il corso del più lungo fiume di risorgive d’Italia: Il Sile.

Noi oggi vi segnaliamo una delle più belle location italiane : Villa Cornaro. Questa splendida villa – monumento storico è stata commissionata dalla famiglia Cornaro (una delle più potenti della Serenissima) a Palladio. La villa fu fatta erigere a Piombino Dese. La famiglia Cornaro possedeva terreni in Piombino Dese sin dal 1422. Fu Giorgio Cornaro a incaricare Palladio di progettare la villa di Piombino. Quando vi entrò, nel 1554, in occasione delle sue nozze con Elena Contarini, l’edificio non era ancora completato. Giorgio muore nel 1571 durante la battaglia di Lepanto. La proprietà passò in eredità al figlio Gerolamo che ne rallentò i lavori per problemi finanziari.

Per la facciata della villa Palladio adottò la soluzione del pronao aggettante su doppio ordine, sormontato da un timpano. I due livelli della villa collegati da due scale gemelle ovate, separano il piano terra, per l’accoglienza degli ospiti, dai due appartamenti superiori riservati ai proprietari. All’interno, l’impostazione planimetrica è imperniata sulla centralità della sala quadrata, con quattro colonne ioniche, elevata a pantheon, luogo della memoria per la famiglia Cornaro, come sottolineato dalla presenza di sei statue, di Camillo Mariani e databili al 1596, che ricordano alcuni dei più celebri componenti della famiglia tra i quali il committente della villa. Nel 1596 Vincenzo Scarmozzi ricevette l’incarico di progettare l’antica barchessa adibita a stalle, carriaggi e foresteria. Nei secoli successivi, la villa Cornaro divenne il modello per molte architetture neopalladiane soprattutto statunitensi. Oggi Villa Cornaro rappresenta il monumento più importante di Piombino Dese, divenuto patrimonio dell’umanità e protetto dall’UNESCO.

Francesca Rondina
Autore: Francesca Rondina
Alcune informazioni sull'autore


Ho anche scritto:

Scrivi un articolo o un comunicato stampa su Turismo.eu, è semplice e gratuito.

> Ulteriori informazioni (Regolamento)
> Registrati
> Login Autori

Booking.com