banner home turismo

Booking.com
Booking.com

( Salento )

Ad agosto, b&b e residence Salento sono presi d’assalto, accolgono su tutta la costa frotte di turisti di tutti i tipi, dalle famiglie alle comitive di giovani alle coppie. Poi, archiviata la stagione estiva, resta un dimensione del tutto diversa, quella vera, essenza di un passato sofferto e di un presente che ancora non ha saputo del tutto definirsi. Il Tacco d’Italia continua ad esercitare il proprio fascino su un pubblico diverso, più attento alle essenze di una popolazione che, solo da pochi anni, ha imparato a fare tesoro del proprio patrimonio e ad attualizzarlo nel modo più costruttivo.

Il turismo delle masserie

Da diversi anni, ha preso piede in Italia l’agriturismo; la Toscana è stata da sempre esempio virtuoso e, nel corso degli anni, diverse realtà locali hanno saputo configurare una domanda simile, e tra di esse, c’è anche il Salento.

La riscoperta passione del pubblico per temi come la vita all’aria aperta, la dieta sana, il recupero dell’autenticità, ha fatto sì che si sviluppasse anche nel Sud della Puglia quel turismo di nicchia che tanto giova a un territorio e che nella fattispecie salentina si celebra nelle masserie fortificate.

La storia delle masserie

La storia del Salento è storia di sottomissioni allo straniero, di dominazioni esterne che hanno plasmato l’identità locale; è storia di povertà, di stenti, di una vita che si consumava nelle campagne e nelle masserie, dove i podestà facevano i signori del posto e la gente comune, ricurva sulla schiena, lavorava fino a svenire sotto il sole cocente per conquistare un tozzo di pane per sé e per la famiglia. Da quel retaggio, però, il Salento ha saputo cogliere la forza più intensa, dando avvio a una monumentale opera di recupero delle tradizioni e dei contesti.

Le masserie sono state riqualificate, trasformate in gioielli dove trascorrere giornate all’insegna della natura, del cibo biologico e naturale. Intorno a quel mondo tanto noto alle generazioni passate, lontane appena un secolo o molto, molto meno, si è generato un modello vincente di business turistico, il modello che mira soprattutto ai visitatori stranieri, britannici e russi su tutti, facoltosi e senza impatti negativi sul territorio. Così il Tacco d’Italia ha saputo dare un senso a secoli di sofferenza, realizzando il proprio, personalissimo riscatto sociale e storico.


Scrivi un articolo o un comunicato stampa su Turismo.eu, è semplice e gratuito.

> Ulteriori informazioni (Regolamento)
> Registrati
> Login Autori

Booking.com