banner home turismo

Booking.com
Booking.com

Viaggiare in mezzo alla natura non significa arrendersi a piatti insipidi: con una fiammella e alcuni accorgimenti si possono preparare ricette gustose anche in campeggio.

Che si tratti di una gita in macchina tra amici in giro per boschi e montagne, tenda e sacchi a pelo nel bagagliaio, oppure di una vacanza al mare con la famiglia e un più attrezzato camper, uno dei grandi dilemmi di chi sceglie il campeggio come modo per viaggiare è proprio quello legato al cibo e alla cucina. I mezzi limitati legati agli utensili da cucina e ai fornelli da campeggio, infatti, insieme agli eventuali spostamenti e alle regole di sicurezza presenti in alcune zone, possono frenare i più e meno virtuosi di cucina, facendoli rassegnare a consumare pasti frugali o poco equilibrati e mal assortiti, oltre che di qualità scadente perché a base di ingredienti in lattina o disidratati, alla stregua dei classici dei film western.

 

Questi viaggi possono, invece, mostrare risvolti completamente inaspettati: gli spostamenti possono essere infatti un incentivo ad esplorare cucine diverse e, soprattutto, utilizzare prodotti locali. Quindi, mettendo da parte cibi liofilizzati, si possono preparare ricette gustose anche nel vostro “accampamento”.

 

Innanzitutto occorre, ovviamente, munirsi di un fornelletto adatto alle proprie esigenze. Chi ha meno spazio opterà per per i modelli più piccoli, un po’ meno stabili e che porteranno a tempi di attesa leggermente più lunghi ma che svolgono senza problemi le loro funzioni. Esistono anche strumenti del mestriere un po’ più ingombranti ma che permettono funzionalità molto più ampie, come i modelli ibridi che comprendono fornelletto e uno o due fornelli, elettrici o a gas: questa può essere un’ottima soluzione se avete abbastanza spazio e dovete cucinare per diverse persone. Ovviamente senza dimenticare la sempreverde griglia negli spazi dei campeggi dove è concessa o, addirittura, già messa a disposizione degli ospiti.

 

Ma ora veniamo al cibo: munirsi di contenitori piccoli, funzionali e resistenti è sicuramente un fattore essenziale per poter trasportare e conservare prodotti freschi (ovviamente in questo caso è meglio rifornirsi in giornata, lungo il percorso). Cercate di avere a portata di mano gli ingredienti strategici di base: olio, sale, zucchero e spezie. Per queste ultime, un’idea pratica potrebbe essere metterle in piccoli contenitori (come quelli per le mentine o simili) in modo da avere a disposizione un vasto assortimento di odori per dare quel tocco in più ai vostri piatti.

La bellezza del campeggio è anche il fatto di poter girare per piccole aziende ed utilizzare prodotti locali, freschi e a km zero. Se avete anche dimestichezza basilare in botanica, potrete usare le erbe aromatiche presenti nelle vostre vicinanze. E, in caso di vacanze al mare, il pesce sarà sempre un valido alimento su cui puntare.

 

Le padelle e gli strumenti da cucina sono disponibili in formati pratici e facili da lavare: cercate di avere a disposizione dei buoni coltelli e, se possibile, un po’ di carta d’alluminio, utile strumento per preparare piatti al cartoccio sani, semplicissimi e prelibati.


Scrivi un articolo o un comunicato stampa su Turismo.eu, è semplice e gratuito.

> Ulteriori informazioni (Regolamento)
> Registrati
> Login Autori

Booking.com